cervicale

Ciao cari amici siamo Angela e Lucia, vorremmo dare inizio ad un facile confronto su alcuni fastidi che arrecano al nostro corpo e che spesso ci accompagnano nel corso della vita.In questi brevi articoli vi parleremo di alcune patologie che più frequentemente Si incontrano,una di queste sono le ALGIE VERTEBRALI, la temuta cervicale.

Cause Sintomi Soluzioni

E’ tra i disturbi più accusati a partire dai 30/35 anni, la cervicalgia si presenta come un disturbo più o meno intenso che parte dalla regione del collo e che può irradiare alle spalle-braccia fino ad arrivare alle mani,in questo caso di parla di CERVICO-BRACHIALGIA.
I motivi per i quali si può presentare sono molteplici: sedentarietà, posture errate e prolungate, attività fisiche ad alto impatto, colpi di frusta, compensi della colonna vertebrale, discopatie.

Come si presenta:

Solitamente si avvertono dolori alla regione cervicale(ma a volte può essere anche silente)
Cefalea, vertigini, rigidità, disturbi legati all’udito o anche alla deglutizione.
Abbiamo detto che talvolta ci può essere un interessamento degli arti superiori, con eventuale
riduzione della capacità di forza, intorpidimento, formicolio (Parestesie), in questo caso possiamo definirla Cervico-brachialgia.

Per meglio individuare il tipo di patologia è bene procurarsi un incontro con un medico specialista (ortopedico-neurologo) che avvalendosi di mezzi di indagine quali radiografie, Tac, Risonanza magnetica nucleare, può meglio interpretare la natura ed il reale grado di coinvolgimento della stessa.

Soluzioni:

Nella fase iniziale detta anche œacuta ci si può avvalere di farmaci analgesici, antiflogistici,
miorilassanti abbinati al riposo, nel caso il disturbo sia di origine traumatica(incidente)può tornare utile l’impiego di un collare ortopedico.
Risolta la fase acuta si può iniziare il piano di trattamento fisioterapico con diverse tecniche quali la terapia manuale, la rieducazione posturale globale, il pompages, la massoterapia ed altri che saranno valutati di volta in volta sul singolo soggetto.

Prevenzione :

E’ utile fare attenzione alle posture scorrette e prolungate nel tempo, sforzi particolarmente impegnativi e ripetuti.
Nei casi in cui vi sia un interessamento neurologico che lo merita si può ricorrere alla chirurgia.

Per informazioni e’ possibile contattare le fisioterapiste

Angela Bovenzi e Lucia Coriandri

dal lunedì al venerdì dalle ore 14.00 alle 19.00 al numero 338.8197986